Porte isotermiche

Descrizione

Le porte isotermiche installate sulle celle frigorifere, servono ad isolare termicamente e impedire infiltrazioni di aria, quando sono chiuse.

Durante le fasi di movimentazione delle merci, occorre cercare di limitare i tempi di apertura per diminuire la quantità di aria calda entrante e che in seguito dovrà essere raffreddata. Perciò tempi troppo lunghi di apertura delle porte, rappresentano un ulteriore carico di lavoro per il gruppo frigorifero e un aumento dei consumi di energia. 

L'aria calda entrante, contiene umidità che si va a depositare sulla parte più fredda dell'impianto formando uno strato di ghiaccio sulla batteria di scambio termico dell'evaporatore, impedendo il passaggio di aria e conseguentemente il corretto funzionamento.

Per rimuovere il ghiaccio, occorre effettuare un ciclo di sbrinamento che a secondo dello spessore, potrebbe richiedere tempi più lunghi, causando un aumento della temperatura della cella frigorifera, esponendo la merce ad una temperatura di conservazione non corretta e aumentando il consumo di energia.

Caratteristiche generali

Le porte isotermiche possono essere del tipo su cerniere, oppure scorrevoli manuali o automatiche. L'apertura automatica viene utilizzata sulle porte di dimensioni maggiori o quando sono soggette ad un traffico molto intenso.

Le porte su cerniere, generalmente non superano le dimensioni di mm 1400x2400 h circa e non possono essere realizzate più grandi a causa della loro particolare forma costruttiva.

Le porte scorrevoli manuali o automatiche invece, possono essere realizzate fino a mm 3000x3500 h circa con una sola anta e sono quelle più utilizzate. Per dimensioni maggiori occorre realizzare porte a due ante.

Vengono realizzate anche porte a scorrimento verticale, da installare quando non ci sono spazi sufficienti per lo scorrimento sui due lati. 

Le dimensioni standard di una porta isotermica per una cella frigorifera, che permetta il passaggio delle merci con i carrelli elevatori e garantendo spazi minimi di sicurezza, normalmente è di mm 2000x3000 h. 

Nel dimensionamento di una porta occorre tenere presente gli ingombri della merce e dei mezzi di sollevamento, in modo da lasciare una distanza di sicurezza tra il vano di passaggio e la merce, per evitare urti e relativi danni alla struttura di sostegno.

 

Le porte sono classificate in funzione della temperatura di esercizio della cella frigorifera e sono suddivise in tre tipologie.

-  Porte a 0°C (per temperature fino a -5°C)

-  Porte a temperatura negativa (BT) (fino a -30°C)

-  Porte per Atmosfera Controllata (AC) (temperature positive fino a 0°C) 

 

Le porte per temperatura fino a -30°C, rispetto alle porte fino a 0°C, hanno l'anta di spessore maggiorato. Sono fornite di resistenze per il riscaldamento su tutto il perimetro della porta e nella soglia a pavimento, per evitare la formazione di ghiaccio e il bloccaggio della porta.

L'isolamento termico è ottenuto realizzando l'anta della porta con uno spessore adeguato alla temperatura di esercizio, mentre le infiltrazioni di aria vengono eliminate mediante della guarnizioni in materiale plastico poste su tutto il perimetro e nella parte inferiore dell'anta.

Caratteristiche Tecniche

Le porte isotermiche sono costituite da un telaio, da un'anta montata su cardini oppure scorrevole, e dal sistema di apertura. La FRIGOTERM IMPIANTI Srl installa porte realizzate da primarie aziende del settore, con le seguenti caratteristiche:

-------------------------

 

Telaio

Il telaio è costituito da un profilo in acciaio inox AISI-304 con tenuta termica fissato sul lato esterno della cella frigorifera e dotato di una guida posteriore rialzata 400 mm dal pavimento, che serve a guidare meglio l'anta della porta durante lo scorrimento. 

Sul telaio viene fissato il binario di scorrimento realizzato in alluminio anodizzato, dotato di carter di protezione in lamiera zincopreverniciata.

Le guide sono progettate per impedire che le carrucole possano fuoriuscire dal binario lungo tutta la corsa della porta.

 

Anta o Tampone

L'anta o Tampone è costituita da un pannello coibentato rivestito sui due lati, da lamiera zinco plastificata al cui interno, viene iniettata schiuma poliuretanica espansa avente una densità di 40 kg/mc.

Il pannello può essere fornito in diversi colori (bianco, blu, verde, rosso, giallo), ed è rivestito sui bordi da un profilo in alluminio anodizzato.

Per temperature fino a 0°C lo spessore è di 90 mm

Per temperature fino a -30°C lo spessore è di 120 mm

 

Controtelaio

Il controtelaio è costituito da un profilo in acciaio inox AISI-304 fissato sul lato interno della cella frigorifera e raccordato al telaio esterno. 

 

Guarnizioni

Le guarnizioni perimetrali sono in elastomero a a doppia densità di spessore 25 mm infilate nel profilo in alluminio dell'anta della porta.

Le guarnizioni a pavimento sono in PVC morbido di spessore 15 mm di forma particolare, per compensare eventuali irregolarità nel pavimento.

 

Maniglie

Per l'apertura delle porte, sul lato interno ed esterno, sono installate sull'anta delle maniglie a leva.

 

Automazione

Il sistema di automazione è realizzato con un gruppo motoriduttore a corrente continua 24V con encoder integrato. Il trascinamento avviene a mezzo di una cinghia dentata in poliuretano. Una centralina elettronica analizza costantemente  il corretto funzionamento e opera l'inversione del movimento, in caso di contatto con eventuali ostacoli.

Il contatto con eventuali ostacoli viene rilevato dalle fotocellule poste ad una altezza di mm 400/500 dal pavimento.

Sulle porte di nostra fornitura, le fotocellule sono montate sull'anta scorrevole e sul telaio, in modo da migliorare il rilevamento degli ostacoli ed avere una maggiore sicurezza di inversione del moto.

Sulle porte automatiche la normativa vigente prescrive che siano presenti una serie di sicurezze, tra cui un sistema automatico che inverta il moto in caso di rilevamento di ostacoli (fotocellule, costa di sicurezza, ecc.) e un sistema visivo di segnalazione durante l'apertura e la chiusura (lampeggiante a luce intermittente) possibilmente di colore giallo o rosso. 

 

           Caratteristiche tecniche automazione

  • Alimentazione monofase 230V
  • Potenza elettrica assorbita max 1,5 kW
  • Motore in corrente continua a 24V con encoder integrato
  • Velocità di apertura, chiusura e rallentamento regolabili separatamente
  • Funzioni di rallentamento in apertura e chiusura senza bisogno di finecorsa
  • Rilevazione ostacoli con quattro livelli di sensibilità programmabili
  • Colpo d'ariete in chiusura per aumentare la pressione delle guarnizioni contro il telaio
  • Quadro e pulsantiera integrati nel telaio porta
Soglia per temperatura positiva da annegare nel pavimento

Tipologia di Soglie

L'infiltrazione di aria all'interno di una cella frigorifera avviene principalmente attraverso le guarnizioni installate sull'anta della porta isotermica e nel sottoporta. Le guarnizioni perimetrali poggiano sul telaio della porta e garantiscono una buona tenuta, mentre la tenuta della guarnizione sottoporta dipende dalle caratteristiche del pavimento e dal tipo di soglia installata.

Poichè esistono diverse tipologie di soglie, in fase di progettazione, occorre scegliere il tipo più idoneo al tipo di utilizzo. I tipi più utilizzati nelle celle frigorifere industriali, sono il tipo a filo pavimento e il tipo annegato nel pavimento. 

E' importante tenere presente che le soglie annegate nel pavimento, sono soggette al passaggio dei mezzi di sollevamento e perciò, devono essere realizzate con materiali e caratteristiche idonee per resistere alle sollecitazioni e durare nel tempo.

Soglia per temperatura negativa da annegare nel pavimento

Per celle fino a 0°C la soglia può essere a Filo Pavimento, con la guarnizione che appoggia sul pavimento quando la porta è chiusa, in questo caso non esiste una soglia da annegare nel pavimento. La soglia da annegare nel pavimento può essere installata, se il pavimento presenta delle irregolarità che non possono essere eliminate, oppure si vuole migliorare la tenuta. 

Per celle fino a -30°C la soglia deve essere  installata obbligatoriamente nel pavimento, perchè deve contenere la resistenza di riscaldamento contro la formazione di ghiaccio. In questo caso la soglia viene fornita solidale con il telaio della porta, ed occorrerà realizzare uno scavo nel pavimento per la sua installazione. 

Per celle ad  Atmosfera Controllata, è richiesta l'installazione della soglia nel pavimento, per garantire la tenuta ai gas, ma non richiede resistenze di riscaldamento.

Porte isotermiche di nostra installazione

Stampa Stampa | Mappa del sito
© FRIGOTERM IMPIANTI Srl Via Diversivo Acquachiara,11 - 04022 Fondi (LT) - PI: 02563660592 Tel. +39 0771 531564 - Fax. +39 0771 515440 - E-mail: info@frigoterm.it - Web: www.frigoterm.it