Rampe di carico

Le rampe di carico sono progettate per compensare il dislivello esistente, tra la banchina di carico e le diverse altezze dei pianali degli automezzi.

La struttura è costituita da un telaio autoportante in acciaio elettrosaldato, con il pianale superiore realizzato con una lamiera bugnata antiscivolo e rinforzato con profili pressopiegati e saldati per aumentarne la robustezza. Tutta la struttura e i componenti sono verniciati a polveri epossidiche nel colore blu RAL 5010 di elevata resistenza.

Per le operazioni di carico/scarico delle merci, le rampe sono fornite di unghie di tipo  rotante incernierate al pianale, oppure estendibili o telescopiche, che vanno ad appoggiarsi al pianale dell'automezzo. Inoltre le unghie di appoggio possono essere fornite di flaps laterali, per adattare la larghezza a quella dell'automezzo.

L'installazione delle rampe avviene attraverso l'alloggiamento della pedana all'interno di una fossa appositamente predisposta nel pavimento, sulla quale viene appoggiato un controtelaio costruito su misura, realizzato in acciaio e fornito di zanche perimetrali da annegare nel cemento per ancoraggio.

Oltre al sistema con il controtelaio, le rampe possono essere installate utilizzando delle casseforme, che permettono di non dover ultimare la pavimentazione prima del fissaggio.

L'azionamento delle rampe è elettroidraulico, con due cilindri idraulici, di cui uno per il sollevamento del pianale e l'altro per la rotazione o traslazione dell'unghia di appoggio. I cilindri sono azionati da una centralina oleodinamica posizionata sotto il pianale di carico, attraverso un quadro di comando installato nelle immediate vicinanze.

Ogni rampa di carico è costruita con tutti gli accorgimenti  necessari, per garantire la sicurezza dell'operatore durante l'utilizzo.

In caso di mancato appoggio della rampa sul pianale dell'automezzo, interviene un blocco idraulico che arresta la discesa del pianale in caso di un carico superiore ai 300 kg e/o in caso di rottura della tubazione oleodinamica di alimentazione del pistone centrale.

Inoltre sono fornite di due respingenti paracolpi in gomma, spondine anticesoiamento laterali e dispositivo di sicurezza per operazioni di manutenzione sotto il pianale.

La portata delle rampe di carico è di 6.000 kg in conformità alla EN 1398.

La lunghezza della rampa di carico viene scelta in relazione all'altezza della banchina e al tipo di mezzi operativi utilizzati: 

  • Per una altezza della banchina di 1200 mm si consiglia una lunghezza della rampa di 2500 mm, idonea per l'utilizzo con traspallet manuali ed elettrici.

 

La larghezza della rampa di carico viene scelta sulla base della larghezza degli automezzi:

  • Per semirimorchi e grandi motrici si consiglia la larghezza di 2200 mm, con due flaps laterali di riduzione, nel caso si raccordino veicoli più stretti.
  • Per veicoli più stretti, si consiglia la larghezza di 2000 mm, con due flaps laterali di riduzione, nel caso si raccordino veicoli più stretti.

Rampa di carico con unghia rotante

Questo tipo di rampa, è quella utilizzata normalmente nelle banchine di carico.  Quando viene premuto il pulsante di salita, la rampa si solleva e alla massima altezza l'unghia ruota automaticamente fino alla massima estensione. Rilasciando il pulsante, la rampa scende autonomamente fino ad appoggiare l'unghia sul pianale dell'automezzo, permettendo il passaggio dei mezzi per il carico/scarico delle merci.

Alla fine delle operazioni di carico/scarico, azionando nuovamente il pulsante di salita, la rampa si solleva e contemporaneamente l'unghia si richiude. Rilasciando il pulsante la rampa scende e ritorna nella sua posizione di riposo.

Rampa di carico con unghia estensibile

Questa tipologia di rampa permette di superare un dislivello maggiore rispetto al tipo con unghia rotante, viene utilizzata con automezzi di minori dimensioni oppure quando gli stabilimenti presentano degli impedimenti che non permette agli automezzi di avvicinarsi alla banchina.

Premendo il pulsante di salita, si solleva la rampa e quando è arrivata ad alcuni centimetri sopra il pianale dell'automezzo, si aziona il pulsate di uscita dell'unghia. Quando si è estesa, si rilasciano i pulsanti fino a quando appoggia sul pianale dell'automezzo. 

Alla fine delle operazioni di carico/scarico, si aziona il pulsante di salita della rampa fino a liberarla dal pianale dell'automezzo. A questo punto si aziona il pulsante di rientro dell'unghia, quando è rientrata nella sua sede, si rilasciano i pulsanti e la rampa torna nella sua posizione di riposo.

Rampa di carico per banchine esterne

Le rampe di carico per banchine esterne, sono realizzate con una struttura autoportante fissata sopra dei piedi di appoggio fissi o regolabili e dotate di due camminamenti laterali, per il passaggio pedonale.

Queste rampe sono posizionate sul piazzale e fissate con tasselli, non occorre realizzare nessuna opera in cemento per il loro alloggiamento.

 

Flaps

I Flaps normalmente sono due, posizionati lateralmente all'unghia e possono essere sganciati quando occorre eseguire le operazioni di carico/scarico delle merci da automezzi di dimensioni ridotte.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© FRIGOTERM IMPIANTI Srl Via Diversivo Acquachiara,11 - 04022 Fondi (LT) - PI: 02563660592 Tel. +39 0771 531564 - Fax. +39 0771 515440 - E-mail: info@frigoterm.it - Web: www.frigoterm.it